Un po' di storia

Il PADDLE è una variante del Tennis che è iniziata a diffondersi soprattutto dal 1990.

Nel 1974 Alfonso de Hohenlohe viaggia in Messico invitato dall'amico Enrique Corcuera. Nell'occasione si interessa della pratica di questo nuovo sport recentemente creato dal suo amico, mettendo un rete da Tennis in mezzo a due muri di tre metri circa di altezza e chiudendo i lati con una maglia metallica. Si giocava con racchette di legno ed era stato battezzato "padel-tennis".

Enrique_Corcuera.jpg

Alfonso Hohenlohe, dopo lo studio e il perfezionamento di alcuni dettagli del campo e delle regole del gioco, costruisce i primi campi di PADDLE di Spagna presso il Marbella Club. Così inizia a promuovere il PADDLE ("Padel" in Spagnolo) tra i suoi amici, che subito se ne affezionano.

Il successo che in poco tempo ottiene questo sport attira presto l'attenzione di figure note del Tennis. In particolare Manolo Santana inizia a organizzare tornei e promuovere il "Padel" nella Costa del Sol, dove vari circoli iniziano a costruire i loro campi.

Nel 1975, un grande amico di Alfonso de Hohenlohe, e assiduo visitante di Marbella, il miliardario argentino Julio Menditengui constata il successo del "Padel" e decide di importarlo in Argentina dove in pochi anni ottiene un successo senza precedenti e oggi è uno sport diffusissimo, con più di 5 milioni di giocatori e 50.000 campi in tutto il paese.

Oltre a Spagna, Argentina e Messico, negli ultimi anni il PADDLE si è diffuso anche in altri paesi come Brasile, Uruguay, Cile, Paraguay, USA y Canada.

Negli USA non va confuso con un altro sport omonimo che però si gioca su campi e con regole distinte.