Come si gioca

Le regole sono basicamente quelle del Tennis con cinque differenze principali:

  • le dimensioni del campo sono molto più ridotte
  • le pareti che delimitano il campo fanno parte dell'area di gioco: quindi la palla che, dopo aver toccato una volta terra, rimbalza sulle pareti rimane ancora "giocabile" e può esser respinta con la racchetta (finché non tocca terra una seconda volta)
  • la battuta deve essere sempre realizzata "dal basso" (in battuta la palla deve essere colpita con la racchetta non al di sopra dell'altezza della cintura)
  • si gioca con racchette apposite diverse dal tennis, senza incordatura e di dimensioni di circa 45 cm di lunghezza, 25 cm di larghezza e 38 millimetri massimo di spessore
  • le palle hanno le stesse dimensioni di quelle da Tennis ma con una pressione leggermente inferiore.

Il punteggio è quello del Tennis e normalmente le partite si giocano al meglio dei tre set.
Le dimensioni del campo, ridotte rispetto al Tennis, determinano ovviamente che la "conquista della rete" e il "gioco di volo" siano molto importanti, tuttavia il contemporaneo fatto che la palla sia ancora giocabile dopo il rimbalzo sulle pareti fa si che il gioco non sia affatto basato solo sulla forza. Risultano infatti assolutamente determinanti anche la posizione in campo, l'"occhio" nel prevedere le traiettorie dopo i rimbalzi sulle pareti, la tattica, l'agilità nei recuperi, la precisione nel "piazzare" i colpi a ridosso delle pareti...
Il divertimento è assicurato!